fbpx

FORMATI CON ORIENTACAMPUS

Master I Livello

I Master sono titoli valutabili per il personale docente secondo la normativa vigente.

  • 1500 ore
  • 60 CFU

Nell’ambito delle ampie proposte di formazione, pervengono indicazioni e sollecitazioni, perché si acquisisca la necessaria competenza relativa al processo d’integrazione/inclusione nell’ottica di una società che costantemente diviene più globale e multiculturale.
La diversità, già riconosciuta come fenomeno positivo, diventa, così, un processo-guida per una scuola che tenga sempre più conto delle esigenze di ciascuno e di tutti, avendo cura, nell’inclusività, di garantire processi di apprendimento e maturazione non escludenti e a garanzia del pieno diritto allo studio. Tali strategie garantiscono un insegnamento “costruito” e significativo, che, nel disegnare positivamente il rapporto apprendimento-insegnamento, si presenta diversificato e vivo, con un allievo sempre più protagonista e capace di vivere in modo consapevole le nuove esperienze e le nuove proposte.

Le finalità del percorso formativo si focalizzano su un concetto di politiche inclusive ed integrative per i soggetti disabili, attraverso un percorso sia di natura pedagogica che normativo-istituzionale. Nel dettaglio, il vero core del master risiede nell’obiettivo di offrire a docenti, educatori e formatori gli strumenti di natura pedagogico -psicologico per affrontare la tematica in modo omnicomprensivo, attraverso lo sviluppo delle strategie più opportune ed aderenti ai casi specifici, per poter gestire al meglio le diversi situazioni educative-formative con i vari team di esperti che spesso accompagnano questi casi.

Se realmente si vuol comprendere l’autismo la razionalità non basta, non è sufficiente, a essa va affiancato l’elemento etico-sociale. Il punto di partenza, come ci suggerisce lo stesso Theo Peeters, è cercare di condividere lo spirito del soggetto autistico, non bisogna imporre i propri valori, ma bisogna capire l’autismo a partire dall’interno del soggetto stesso, ecco perché il punto di partenza deve essere etico. Più noi cerchiamo di capire l’autismo dal suo interno più siamo vicini al superamento degli ostacoli. La finalità è quella di trasmettere al docente le giuste competenze per trattare in modo efficace temi come la coesione sociale, la prevenzione del disagio giovanile ( integrazione ) e l’inclusione scolastica.

Il Master risponde all’esigenza di fornire una formazione specialistica multidisciplinare sulla conoscenza dei principi, degli strumenti diagnostici e rieducativi di valutazione della qualità della vita in soggetti con diagnosi dello spettro autistico ed intende formare dirigenti scolastici e docenti curriculari e/o di sostegno per entrare in contatto con persone affette dal disturbo dello spettro dell’autismo. In particolare intende promuovere un aggiornamento scientifico e tecnico alla luce delle più recenti acquisizioni della ricerca sull’argomento e fornire strumenti conoscitivi clinici del disturbo e operativi all’interno degli interventi “evidence based”. Il corso si concentrerà sui nuovi strumenti di indagine e di utilizzo di metodologie innovative, nello specifico, il focus di questo percorso formativo si incentrerà sulla metodica ABA; infatti, alla luce delle ultime rilevazioni statistiche sui casi di autismo trattati nei Paese Occidentali, la metodica che maggiormente sembra proporre un’azione capace di aver ricadute positive sui ragazzi e proprio la Applied Behavior Analysis.

Le finalità del seguente percorso formativo si concentrano nell’offrire ai soggetti che operano nell’ambito formativo – scolastico le responsabilità professionali e, prima ancora, etiche di ciascuno, a continuare a perseguire il compito sociale e formativo del “fare scuola”, ma “non a scuola” e del fare “comunità”. In tempi di coronavirus dove le nostre scuole sono state costrette a chiudere arma strategica per garantire la continuità didattica è stata, nonostante le difficoltà e le problematiche, la didattica a distanza. La finalità essenziale di questo corso sarà quella di fornire a tutti i docenti quegli strumenti tecnici e quelle competenze pratiche che gli garantiranno di gestire la DAD senza i patemi e le problematiche di questo periodo così controverso.

Master II Livello

I Master sono titoli valutabili per il personale docente secondo la normativa vigente.

  • 1500 ore
  • 60 CFU

Il master ha una struttura modulare che tiene conto delle conoscenze, competenze e strategie organizzative del Dirigente, nonché delle responsabilità del ruolo, legate a una efficace ed efficiente gestione contabile, peraltro oggetto di valutazione esterna.

Il master propone una serie di contenuti volti a costruire competenze atte a svolgere azioni funzionali alla realizzazione degli obiettivi fissati dal Dirigente, sia per migliorare continuamente il servizio all’utenza (alunni, personale, genitori, terzi), sia per contribuire all’immagine positiva dell’istituzione scolastica.

L’ordinamento didattico, partendo da un’analisi storico-giuridica, approda alla scuola dell’autonomia ponendo una particolare attenzione alla leadership diffusa che rinviene nel middle management il modello strategico e culturale per la gestione della complessità secondo un approccio sistemico. Di poi, allocando le pratiche mutuate dal management aziendale ovvero estendendo l’idea di “capitale” da determinati beni fisici a beni immateriali, vengono prese in esame strategie organizzative e gestionali, nella prospettiva dell’economics of education, per la “produzione” di capitale umano (HP) secondo le policy educative locali, nazionali e comunitarie, ponendo, attraverso una disamina dello scenario internazionale, particolare attenzione alle politiche di sviluppo delle risorse umane delle istituzioni scolastiche (figure di sistema) tipiche del middle management .

PERCORSO FORMATIVO 24 CFU

Il d.lgs. 59/17 semplifica il sistema di formazione iniziale e di accesso ai ruoli di docente. Ai sensi dell’articolo 5 dello stesso decreto, il d.m. 616 del 10 agosto 2017 ha stabilito i settori disciplinari, gli obiettivi formativi e le modalità organizzative. Tra i requisiti di ammissione al concorso è richiesto il possesso di 24 CFU nei seguenti ambiti disciplinari:

– pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione
– psicologia
– antropologia
– metodologie e tecnologie didattiche

corsi di perfezionamento annuali

  • 1500 ore
  • 60 CFU

Il Corso include i 24 CFU nelle discipline previste dal DM n.616 del 10 agosto 2017 ovvero quelli richiesti per il FIT.

Al termine del percorso, superate le previste prove d’esame, l’Ateneo unitamente al Diploma del corso di Perfezionamento rilascerà anche la certificazione  degli insegnamenti previsti dal DM 616/17.

In un’epoca dove i BES sono in crescita ed è alta la richiesta di competenza e professionalità per valorizzare i diversamente abili, il corso vuole essere un percorso culturale aperto a tutti i laureati che vogliono vivere i BES  come un valore aggiunto in una società che ha bisogno di nuovi valori per tendere ad un futuro migliore che rendano la Vita degna di essere vissuta in pienezza.

Il percorso propone i tre principali metodi differenziati sviluppati dai massimi esponenti della corrente filosofico-pedagogia del costruttivismo psicologico. Oltre alla disamina epistemologica e psicopedagogica, saranno fornite le nozioni basilari per l’applicazione dei metodi Montessori, Agazzi e Pizzigoni sia in contesti familiari che scolastici, analizzando le implicazioni culturali, sociali, pedagogiche e didattiche. Muovendo da tre pietre miliari della realtà pedagogica italiana si vuole offrire una riflessione sull’attualità dell’approccio neo-costruttivista che tante esperienze educative, situate nelle regioni virtuali della cosiddetta rivoluzione digitale in atto, sta ispirando, dove intenzionalità e progettualità connotano il farsi dell’esperienza educativa in un processo fenomenologico continuo.

L’ordinamento didattico è incentrato sulla metodologia CLIL – Content and Language Integrated Learning, ritenuta nel contesto europeo innovativa ed efficace per uno sviluppo qualitativo delle competenze linguistiche. L’articolazione, invece, tiene conto delle indicazioni di cui al Decreto Direttoriale n. 6 del 16 aprile 2012, puntando a trasferire conoscenze e competenze per l’insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica, laddove “le aule diventano ambienti multilingue.” Una metodologia, quella CLIL, che attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuti, attiva e sollecita l’interazione tra allievo ed insegnante affermando la dimensione sociale del processo di apprendimento. Gli studenti, ri-motivati, vengono orientati non solo a sapere la lingua e saper far lingua bensì a fare con la lingua. Un processo, quello CLIL, che capovolgendo il tradizionale “approccio delle regole” nello studio della lingua straniera, attiva una “modalità di l’apprendimento della lingua straniera che è sia lingua di apprendimento che lingua per l’apprendimento e lingua attraverso l’apprendimento.” In Italia, dal 2010, con i Decreti del Presidente della Repubblica 88 e 89 del 2010, è stato introdotto l’obbligo di insegnare, nella scuola superiore di II grado, una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera secondo la metodologia CLIL.

CORSI DI PERFEZIONAMENTO biennali

  • 3000 ore
  • 120 CFU

1. L’Università telematica e-Campus, ai sensi del D.M. n° 270/2004, ed Orienta Campus attivano per l’anno accademico 2020/2021 il Corso di Perfezionamento sopra indicato.
2. Titoli di ammissione – Possono iscriversi i cittadini italiani e stranieri che siano in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento);
    Diploma di laurea triennale e/o laurea specialistica /magistrale secondo il DM 509/99 e successivo;
  • Diploma delle Accademie delle Belle Arti, dei Conservatori e dell’ISEF.
  • Titoli equipollenti ai precedenti conseguiti all’estero, preventivamente riconosciuto dalle autorità accademiche.

3. Progetto formativo – Il Corso prevede un impegno complessivo di 3000 ore per un totale di 120 CFU.
4. Prova finale – È prevista una prova di verifica finale mediante la somministrazione di un test a risposte multiple sulle discipline del Corso e la dissertazione di una tesi su una o più discipline del Corso.
5. Sede prova finale – La prova si svolgerà in presenza presso le sedi dell’Ateneo e quelle di Orienta Campus attivate sul territorio nazionale.
6. Conseguimento del Titolo: al termine del percorso formativo, sostenuta la prova finale, in caso di esito positivo, al candidato sarà rilasciato il titolo di Diploma di Corso Biennale di Perfezionamento, avente valore legale, in “LA PROGETTAZIONE, LA VALUTAZIONE, LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE E LE STRATEGIE COMUNICATIVO-TECNOLOGICHE NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA”.
7. Per quanto non qui indicato valgono le disposizioni legislative e regolamentari in materia di Corsi di Perfezionamento Universitari.

Il Corso biennale di perfezionamento intende fornire una sintetica ma chiara descrizione dei fenomeni intervenienti nel “Blended Learning.” Detto anche “apprendimento misto”, mette in relazione diverse attività di formazione tradizionale: la formazione d’aula (Instructor-Led Training) con attività online guidate da un insegnante, la formazione ILT virtuale. In essa, l’insegnante, a differenza di quanto avviene nell’e-learning, non sostituisce completamente la formazione tradizionale ma usa la tecnologia per arricchire l’esperienza formativa ed ampliare la conoscenza di certe materie con una attenzione particolare alla comunicazione digitale ed alla nuova relazione educativa che si instaura tra alunno e docente quale fattore rilevante dell’apprendimento, sicché da attenzionare aspetti legati allo sviluppo psicologico del bambino all’interno dei saperi e pedagogico e della prassi didattica.

master classi concorsuali

  • 1500 ore
  • 60 CFU

Il Master, strutturato in moduli, propone un percorso formativo finalizzato, da un lato, al completamento del percorso formativo richiesto per l’accesso all’insegnamento delle classi di concorso:

A-11 Discipline letterarie e latino
A-12 Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado
A-13 Discipline letterarie, latino e greco
A-22 Italiano, storia, geografia, nella scuola secondaria di I grado

e, dall’altro, all’aggiornamento dei docenti in servizio. Un percorso ragionato che  coniuga conoscenze disciplinari con competenze didattico-metodologiche.

I crediti formativi ottenuti con il master possono essere impiegati per integrare il titolo di studio posseduto per l’accesso all’insegnamento delle classi  di concorso A-11  A-12  A-13  e A-22

I titoli rilasciati, inoltre, possono costituire credito per il Corso di Laurea specialistica di afferenza, secondo criteri definiti da appositi organi universitari.

Il Master, strutturato in moduli, propone un percorso formativo finalizzato, da un lato, al completamento del percorso formativo richiesto per l’accesso all’insegnamento della classe di concorso A-18 Filosofia e Scienze umane e, dall’altro, all’aggiornamento dei docenti in servizio. Un percorso ragionato che  coniuga conoscenze in  ambito filosofico e umanistico con competenze didattico-metodologiche.

I singoli insegnamenti del master possono essere impiegati per integrare il titolo studio posseduto dei crediti formativi  richiesti per l’accesso all’insegnamento della classe  di concorso A-18.
I titoli rilasciati, inoltre, possono costituire credito per il Corso di Laurea specialistica di afferenza, secondo criteri definiti da appositi organi universitari.

Il Master, strutturato in moduli, propone un percorso formativo finalizzato, da un lato, al completamento del percorso formativo richiesto per l’accesso all’insegnamento di:
Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (A-24)
Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado (A-25) 
e, dall’altro, all’aggiornamento dei docenti in servizio. Un percorso ragionato che  coniuga conoscenze disciplinari con competenze didattico-metodologiche.

I crediti formativi ottenuti con il master possono essere impiegati per integrare il titolo di studio posseduto per l’accesso all’insegnamento delle classi  di concorso A-24 e A-25

I titoli rilasciati, inoltre, possono costituire credito per il Corso di Laurea specialistica di afferenza, secondo criteri definiti da appositi organi universitari.

Il Master in L’INSEGNAMENTO DELLE MATERIE GIURIDICO- ECONOMICHE NEGLI ISTITUTI SECONDARI DI II GRADO: METODOLOGIE DIDATTICHE è strutturato in moduli che sviluppano conoscenze e competenze in ambito pedagogico, psicologico, informatico e legislativo. Il Master è volto a far acquisire conoscenze teorico-pratiche in ambito giuridico-amministrativo inerenti l’esperienza didattica e metodologica. Il corso focalizza il suo piano formativo in un equilibrio tra argomenti appartenenti all’economia/economia aziendale ed aspetti inerenti il diritto privato/amministrativo tributario/commerciale.

I crediti formativi ottenuti con il master possono essere impiegati per integrare il titolo di studio posseduto  per l’accesso all’insegnamento della classe  di concorso A-46.

I titoli rilasciati, inoltre, possono costituire credito per il Corso di Laurea specialistica di afferenza, secondo criteri definiti da appositi organi universitari.

hai bisogno di maggiori informazioni? compila il form e verrai ricontattato

Contatti

  • Viale delle Industrie, 2 81100 Caserta
  • info@cmacademy.it
  • 0823 586857
  • 334 1676065

WhatsApp chat